dcsimg

Nel settore Refining & Marketing Eni intende recuperare la redditività nonostante la debolezza dello scenario. Nella raffinazione il recupero sarà sostenuto dall’ottimizzazione e integrazione dei cicli di raffineria, dalla riduzione dei costi operativi e dalle azioni di efficienza energetica, facendo leva sulla selettività degli investimenti, concentrati nei progetti di upgrading della conversione, di miglioramento dell’affidabilità degli impianti e delle performance ambientali.

Nel marketing, in un quadro di consumi stagnanti, Eni mira al consolidamento della leadership nel retail in Italia attraverso politiche commerciali in linea con le esigenze dei clienti, la segmentazione dell’offerta, l’automazione dei processi, lo sviluppo delle attività non-oil, la fidelizzazione dei propri clienti e il rafforzamento del proprio brand. All’estero si conferma la strategia di sviluppo selettivo nei mercati chiave europei con uscita dalle aree marginali.

Al 2015 si prevede un miglioramento dei margini, a scenario costante, di oltre €500 milioni, attraverso azioni di efficienza, il raggiungimento di una resa in distillati medi del 50% (vs 47% nel 2011) e, nel marketing, il consolidamento della quota di mercato Italia superiore al 30%. Proseguiranno i programmi di energy saving e il progetto di implementazione del Sistema di Gestione Energia nelle raffinerie sulla base dello standard internazionale ISO 50001.

Nell’ambito della raffinazione, al fine di minimizzare gli impatti ambientali si prevede un investimento di €25,6 milioni per ridurre, a partire dal 2013, le emissioni di SOx e NOx a parità di produzione.

R&M: selettività degli investimenti R&M: selettività degli investimenti

www.eni.com

  • Eni S.p.a. – Sede legale
    Piazzale Enrico Mattei, 1 00144 Roma

  • Partita IVA
    n. 00905811006

  • Capitale sociale
    € 4.005.358.876,00 i.v.

  • C. F. e Registro Imprese di Roma
    n. 00484960588

  • Sedi secondarie
    Via Emilia, 1, e Piazza Ezio Vanoni, 1
    20097 – San Donato
    Milanese (MI)