dcsimg

Rete Italia

In Italia, Eni è leader nella distribuzione rete di prodotti petroliferi con una quota di mercato del 30,5%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto al 2010.

Nel 2011, le vendite sulla rete in Italia sono state pari a 8,36 milioni di tonnellate (10,6 miliardi di litri), in flessione rispetto al 2010 (circa 270 mila tonnellate, 10,9 miliardi di litri, pari al -3,1%) per effetto della contrazione dei consumi di gasolio e benzina, in particolare nel segmento autostradale penalizzato dalla riduzione congiunturale del trasporto merci. L’erogato medio riferito a benzina e gasolio (2.173 mila litri) ha registrato una diminuzione di circa 149 mila litri rispetto al 2010.

Al 31 dicembre 2011 la rete di distribuzione in Italia è costituita da 4.701 stazioni di servizio con un incremento di 159 unità rispetto al 31 dicembre 2010 (4.542 stazioni di servizio) per effetto del saldo positivo tra stipule/risoluzioni di contratti di convenzionamento (158 unità) e dell’apertura di nuove stazioni di servizio (14 unità), parzialmente compensati dalla chiusura di impianti a basso erogato (13 unità).

Nel 2011 è proseguito il programma di re-branding delle stazioni di servizio Eni con l’obiettivo di convertire a marchio “eni”, entro la fine del 2012, l’80% delle stazioni di servizio di proprietà. In un contesto di debolezza della domanda nazionale di carburanti e di accresciuta pressione competitiva, il management intende preservare, a fronte di una prevista razionalizzazione di circa 500 punti vendita, la quota di mercato conseguita nel 2011 (30,5%), migliorando la qualità del servizio, potenziando e ristrutturando le stazioni di servizio, consolidando la base clienti attraverso azioni di marketing innovative, la gamma dei servizi offerti (modalità di pagamento, qualità dei prodotti, programmi di fidelizzazione). Grande attenzione verrà dedicata al miglioramento dell’efficienza anche grazie all’automazione di una parte della rete.

Infine, il management si attende un contributo crescente dalle attività non oil, grazie all’ampliamento della qualità e della gamma di prodotti e servizi offerti ai clienti e il perseguimento di obiettivi in termini di innovazione continua nel layout degli store che si trovano presso i punti vendita di proprietà.

Carburanti premium

Nel 2011, le vendite nel segmento premium (carburanti della linea “eni blu+” caratterizzati da migliori prestazioni e da un ridotto impatto ambientale), sebbene siano state sostenute dalle campagne promozionali attuate, hanno risentito della contrazione dei consumi nazionali registrando volumi in flessione rispetto all’anno precedente. In particolare le vendite di eni bludiesel+ sono state di circa 493 mila tonnellate (circa 592 milioni di litri) in diminuzione di circa 80 mila tonnellate rispetto allo scorso anno e hanno rappresentato il 9% dei volumi di gasolio commercializzati da Eni sulla rete. Al 31 dicembre 2011 le stazioni di servizio che commercializzano eni bludiesel+ sono 4.130 (4.071 a fine 2010) pari a circa l’88% del totale. Le vendite di eni blusuper+ sono state di circa 62 mila tonnellate (circa 83 milioni di litri) in lieve diminuzione rispetto al 2010; l’incidenza (pari al 2,4%) sui volumi di benzina commercializzati da Eni sulla rete si riduce dello 0,2%. Al 31 dicembre 2011, le stazioni di servizio che commercializzano eni blusuper+ sono 2.703 (2.672 a fine 2010), pari a circa il 57% del totale. Nell’ambito dello sviluppo di carburanti e bio-carburanti innovativi, Eni, oltre ad aver sviluppato i prodotti della citata linea eni blu+, sta definendo nuovi catalizzatori di desolforazione per l’ottimizzazione della qualità diesel e, con particolare riferimento ai biocarburanti, sta studiando l’impiego di cariche non agroalimentari – prodotte da biomasse presso il Centro Ricerche Donegani – alla tecnologia proprietaria Ecofining, individuando nuovi bio-componenti pro-fuel, e valutandone la compatibilità motoristica.

Iniziative promozionali

you&eni

Nel 2010, Eni ha lanciato la nuova campagna di fidelizzazione “you&eni” con durata triennale e con scadenza il 31 gennaio 2013. Il programma prevede il riconoscimento di premi alla clientela grazie all’accumulo punti su una tessera fedeltà a seguito dell’acquisto di carburanti e prodotti presso le stazioni di servizio o partner commerciali di Eni. Nell’ambito del programma, le fidelity card che nel corso del periodo hanno effettuato almeno una transazione sono, al 31 dicembre 2011, circa 6,5 milioni. Le carte mediamente attive in ogni mese sono circa 2,6 milioni. Il volume venduto a clienti che hanno usufruito dell’accumulo punti con le card è stato pari a circa il 39% dell’erogato complessivo della rete.

Iperself

Nel 2011, la campagna promozionale denominata “Iperself”, ossia il rifornimento di carburante “fai da te” effettuato direttamente dal cliente con pagamento anticipato negli orari di chiusura delle stazioni di servizio, è stata arricchita dal lancio della nuova iniziativa denominata “Iperself h24” che consente di ottenere nell’arco dell’intera giornata uno sconto al litro sul corrispondente prezzo “fai da te” del punto vendita aderente. Tali iniziative promozionali, congiuntamente ad altre operazioni di marketing intraprese, hanno sostenuto il volume delle vendite in un contesto di domanda debole e di incremento dell’elasticità al prezzo.

Multicard Routex

La carta di credito petrolifera Routex è un’iniziativa indirizzata alla clientela business (professionisti del trasporto e gestori di flotte di auto). I servizi offerti riguardano il pagamento dilazionato, sconti rispetto al prezzo alla pompa, fatturazione centralizzata, report su consumi e percorrenze, possibilità di pagamento del pedaggio autostradale. Tale iniziativa punta alla fidelizzazione dei clienti che viaggiano in Europa e che possono impiegare la Multicard in Italia come mezzo di pagamento in tutti i punti vendita eni/Agip oppure, nella versione internazionale, in Europa sulla rete Eni e presso le stazioni degli altri operatori facenti parte del circuito Routex (Aral, BP, OMV e Statoil).

Non-oil

Prosegue l’impegno di Eni per l’arricchimento dell’offerta di prodotti e servizi non-oil sulle stazioni della rete Italia attraverso lo sviluppo di una catena di locali in franchising e in particolare di:

  • “enicafè”, format presente su 350 locali a seguito della riqualificazione dei bar sui punti vendita Eni;
  • “enicafè&shop”, format abbinato a corner per la vendita di prodotti alimentari e car-care su 200 punti vendita Eni.

Nel 2011 è stata inoltre lanciata una nuova offerta automatica h24 di prodotti food, non-food e personal care attraverso l’installazione su 150 punti vendita di vending machines a marchio “eni” con l’obiettivo di estendere il servizio a 1.000 punti vendita nei prossimi due anni.

Nel 2011, i proventi non-oil sulla rete, comprensivi dei margini sui lubrificanti, sono stati pari a €67,4 milioni.

Rete d’Europa

Le vendite Rete nel resto d’Europa pari a 3,01 milioni di tonnellate sono in flessione del 2,9% rispetto al 2010 (circa -90 mila tonnellate). Il contributo positivo delle acquisizioni effettuate nel 2010 in Austria ha compensato le minori vendite in Germania connesse essenzialmente al mancato rinnovo di alcuni contratti di convenzionamento, Francia e nei principali mercati dell’Europa centro-orientale, per effetto della contrazione della domanda. Al 31 dicembre 2011, la rete di distribuzione nel resto d’Europa è costituita da 1.586 stazioni di servizio con una diminuzione di 39 unità rispetto al 31 dicembre 2010 (1.625 stazioni di servizio). L’evoluzione della rete ha visto: (i) la chiusura di 41 impianti a basso erogato, principalmente in Austria e Francia; (ii) il saldo negativo di 17 unità tra stipule/risoluzioni di contratti di convenzionamento, con variazioni negative in particolare in Germania, Austria e Svizzera; (iii) l’acquisto di 12 impianti in particolare in Francia e Germania; (iv) l’apertura di 7 nuovi punti vendita.

L’erogato medio (2.299 mila litri) è in flessione di circa 142 mila litri rispetto al 2010 (2.441 mila litri).

Lo sviluppo all’estero continuerà ad essere selettivo puntando alla crescita della quota di mercato principalmente in Germania e nei Paesi dell’Europa Orientale (in particolare in Repubblica Ceca), facendo leva sui vantaggi competitivi derivanti dalle sinergie nel supply e dalla logistica.

Rete Resto d'Europa - il posizionamento di Eni nel 2011Rete Resto d'Europa - il posizionamento di Eni nel 2011

Rete Italia - il posizionamento competitivo di Eni nel 2011Rete Italia - il posizionamento competitivo di Eni nel 2011

www.eni.com

  • Eni S.p.a. – Sede legale
    Piazzale Enrico Mattei, 1 00144 Roma

  • Partita IVA
    n. 00905811006

  • Capitale sociale
    € 4.005.358.876,00 i.v.

  • C. F. e Registro Imprese di Roma
    n. 00484960588

  • Sedi secondarie
    Via Emilia, 1, e Piazza Ezio Vanoni, 1
    20097 – San Donato
    Milanese (MI)